L’UTILIZZO DELLA MARIJUANA E I DISTURBI DEL SONNO

#POST

Novità dalla ricerca sull’uso della marijuana negli studenti 

 

Negli studenti universitari l’uso della marijuana per tentare di risolvere i problemi connessi al sonno, sembra un fenomeno in crescita.

Un recente studio ha indagato la relazione tra tale tipo di utilizzo, la frequenza con cui la marijuana viene assunta, il suo uso problematico ed i disturbi del sonno.

Dai risultati è emerso che l’assunzione di marijuana per dormire è connessa all’aumento nella sua frequenza di utilizzo e con il suo uso problematico, nonché con una peggiore efficienza del sonno.

E inoltre, la sonnolenza diurna risulta a sua volta correlata a livelli elevati di consumo di marijuana e ad un suo uso problematico.

Gli studenti universitari dovrebbero dunque essere informati in merito agli effetti della marijuana sul sonno, e dovrebbero disporre di alternative basate sull’evidenza per risolvere tali problematiche.

 

Per leggere una preview dell’articolo (in inglese):
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/31498749/?i=24&from=sleepiness

 

Leggi anche:

PERFEZIONISMO E INSONNIA: IL RUOLO DEL PENSIERO CONTROFATTUALE

#marijuana #sonno #insonnia #università #dipendenze #disturbidelsonno #studenti #sonnolenza #tagesonlus #researchnews

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *