LA RELAZIONE TRA PERFEZIONISMO E INSONNIA

#POST

Un recente studio mette in luce il ruolo dell’ansia e delle cognizioni disfunzionali  

 

Un recente studio ha approfondito la correlazione tra perfezionismo e sintomi di insonnia, già emersa in diverse ricerche, esaminando anche il potenziale ruolo di mediazione svolto dalle convinzioni disfunzionali inerenti il sonno (come ad esempio le preoccupazioni legate ad esso, l’attribuzione biologica dei problemi esperiti e le temute conseguenze di uno scarso riposo) e dai sintomi d’ansia.

I risultati hanno confermato che le dimensioni del perfezionismo, l’ansia e le cognizioni disfunzionali riguardo al sonno, sono significativamente associati alla sintomatologia dell’insonnia.

Ulteriori analisi hanno inoltre mostrato che sia le cognizioni disfunzionali che l’ansia mediano in modo significativo l’associazione tra i sintomi di insonnia e tre dimensioni del perfezionismo (i dubbi sull’azione, le aspettative dei genitori e il criticismo genitoriale).

 

Per leggere un’anteprima dell’articolo (in inglese):
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/31655923/?i=17&from=personality

 

Leggi anche:

PERFEZIONISMO E INSONNIA: IL RUOLO DEL PENSIERO CONTROFATTUALE  

IL PERFEZIONISMO

L’UTILIZZO DELLA MARIJUANA E I DISTURBI DEL SONNO

 

#perfectionism #perfezionismo #insomnia #sleep #insonnia #anxiety #ansia #worry #rimuginio #credenze #news #researchnews #multidimesionalperfectionism #sonno #tages #tagesonlus #cavallettiveronica #personality

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *